Lavoro, Regione Lazio: 2 milioni di euro per lo smart working dedicato alle imprese del Lazio

L’11 marzo 2020 è stato pubblicato sul sito della Regione Lazio l’avviso pubblico della Regione dedicato alle imprese del Lazio per l’avvio dello smart working (o lavoro agile), una modalità di esecuzione del rapporto di lavoro subordinato caratterizzato dall’assenza di vincoli orari o spaziali.

 Il progetto, ‘Piani Aziendali di Smart Working – Adozione di modelli e strumenti da parte delle imprese e dei titolari di Partita IVA del Lazio’, è sostenuto da un finanziamento di 2 milioni di euro ed è stato pensato per rispondere in modo immediato alle necessità delle imprese di far lavorare i propri dipendenti da remoto in questo momento di emergenza epidemiologica.  Il finanziamento potrà essere utilizzato sia per servizi di consulenza e formazione finalizzati all’adozione di un piano di smart working, sia per l’acquisto di strumenti tecnologici per l’attuazione del piano di smart working aziendale.

 Possono parteciparvi le imprese iscritte alla Camera di Commercio,  oppure i soggetti in possesso di partita Iva.

Il valore del contributo che potrà essere richiesto varia in relazione al numero totale di dipendenti e delle sedi operative e unità produttive localizzate sul territorio della Regione Lazio, fino a un massimo di 22.500 euro per le aziende con oltre 30 dipendenti.

 L’avviso è a sportello, le domande potranno essere presentate a partire dalle ore 9:30 del 12 marzo 2020, fino ad esaurimento delle risorse, e i progetti possono essere presentati esclusivamente attraverso la procedura telematica accessibile dal sito http://www.regione.lazio.it/sigem.”

La Segreteria Nazionale C.N.E.Bi.F.I.R. sosterrà le aziende aderenti all’Ente per la compilazione e presentazione delle domande.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *